All’Assemblea Generale dell’ONU: un nuovo patto per l’Afghanistan

All’Assemblea Generale dell’ONU: un nuovo patto per l’Afghanistan

Non ci siamo scordati dell’Afghanistan. Primo giorno qui a New York per l’Assemblea Generale dell’ONU. Tra i primi impegni c’è stato il meeting “trilaterale” sull’Afghanistan, presieduto da Stati Uniti, Cina e Afghanistan stesso.

È ora mettere fine a un conflitto troppo lungo. L’obiettivo rimane lo stesso: consentire all’Afghanistan di tornare a camminare sulle sue gambe, con l’aiuto della comunità internazionale.

Per farlo però serve un patto nuovo, su tre livelli. Serve un patto nuovo tra le diverse componenti della società e della politica afghana. Serve un patto nuovo nella regione, tra tutti gli attori che possono aiutare a stabilizzare il paese. E serve un patto nuovo tra l’Afghanistan e la comunità internazionale, per ricostruire insieme un paese distrutto. L’Unione europea è pronta a fare la sua parte, a cominciare dalla conferenza sull’Afghanistan che stiamo organizzando a Bruxelles.