In Asia centrale, crocevia tra Europa, Russia e Cina

In Asia centrale, crocevia tra Europa, Russia e Cina

Di ritorno da Astana dove abbiamo tenuto l’incontro annuale con i ministri degli esteri dei cinque paesi dell’Asia Centrale (Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan, Turkmenistan e Uzbekistan). Accoglienza calorosa, nonostante i 20 gradi sotto zero… Un’area di importanza strategica per l’Europa sia sul piano della sicurezza – condividiamo il drammatico fenomeno dei foreign fighters e la preoccupazione per un Afghanistan che ancora cerca pace e stabilità –, sia su quello economico e commerciale. Una parte del mondo che guarda alla Cina, alla Russia e all’Europa, possibile luogo di connessione lungo la via della seta.

Abbiamo concordato di rafforzare la cooperazione nel settore della sicurezza, dell’energia, dell’istruzione, dei diritti umani, degli investimenti e dell’ambiente – in particolare sul cambiamento climatico e la gestione dell’acqua. È stata anche l’occasione per firmare un accordo di partenariato con il Kazakistan che ci consentirà di lavorare insieme in modo più coordinato su 29 settori di interesse comune.