Diario di Federica

Perché sono orgogliosa della terza Conferenza di Bruxelles sulla Siria

Perché sono orgogliosa della terza Conferenza di Bruxelles sulla Siria

Scrivo dopo una settimana trascorsa tra gli Stati Uniti e Bruxelles, per la terza Conferenza sulla Siria. Sono orgogliosa di tre cose. Innanzitutto, quest’anno la conferenza ha avuto come protagonisti le tante donne e uomini siriani impegnati nella società civile, riuniti tra loro, al di là delle differenze, e insieme a cinquecento Ong che lavorano ogni giorno sul campo. Abbiamo offerto loro uno spazio protetto di incontro e di confronto, e abbiamo portato la loro voce al tavolo dei ministri: perché la Siria appartiene ai siriani, e l’unico modo di chiudere davvero il conflitto è aiutarli – insieme alle Nazioni Unite – a costruire una Siria democratica, inclusiva, unita e riconciliata. Qui i miei incontri con la società civile e le donne impegnate nel negoziato, qui la conferenza stampa con l’inviato dell’Onu Geir Pedersen. E qui invece il mio intervento che ha aperto la riunione ministeriale, dopo che abbiamo ascoltato insieme la storia di una straordinaria ragazza siriana, Asmaa. E poi, in un momento in cui la guerra in Siria rischia di essere “dimenticata”, e in cui le divisioni della comunità internazionale sono ancora profonde, siamo riusciti a mobilitare 80 paesi e organizzazioni internazionali a sostegno del processo politico che sotto l’egida delle Nazioni Unite può mettere fine alla guerra: dalla Russia agli Stati Uniti, dall’Iran alla Turchia, abbiamo cercato di costruire un terreno comune che possa consentire all’Onu di riprendere il filo dei negoziati a Ginevra. Infine, siamo riusciti a raccogliere una cifra straordinaria – più di sei miliardi di euro solo per il 2019, più che negli anni passati – a sostegno dei siriani e delle comunità... read more
Negli Stati Uniti – al lavoro su intelligenza artificiale e ruolo delle donne nella società

Negli Stati Uniti – al lavoro su intelligenza artificiale e ruolo delle donne nella società

Scrivo dagli Stati Uniti, dove sabato – a Seattle – abbiamo riunito ancora una volta il nostro Global Tech Panel, ospiti di Brad Smith della Microsoft. Ieri abbiamo discusso di come regolare gli utilizzi militari dell’intelligenza artificiale: un tema su cui la collaborazione tra politici ed esperti del settore è fondamentale. E a margine dell’incontro ho avuto il piacere di incontrare anche Melinda Gates

read more
La via europea per pace e sicurezza – dal Venezuela alla Siria

La via europea per pace e sicurezza – dal Venezuela alla Siria

Scrivo in viaggio dalla Germania all’Egitto, ma con l’attenzione al Venezuela. Il gruppo di contatto che abbiamo creato con paesi europei e della regione ha iniziato a lavorare questa settimana per sostenere una via d’uscita pacifica e democratica dalla crisi, l’unica via possibile

read more
Il gruppo di contatto per il Venezuela

Il gruppo di contatto per il Venezuela

Scrivo dall’Etiopia, dove parteciperò al vertice dell’Unione africana, per poi visitare il resto del Corno d’Africa. Ne scriverò nei prossimi giorni. Sono arrivata qui direttamente da Montevideo, in Uruguay, dove ho presieduto le prima riunione del gruppo di contatto che abbiamo creato per cercare di favorire una soluzione alla crisi in Venezuela

read more
L’impegno dell’Europa per il Venezuela

L’impegno dell’Europa per il Venezuela

Scrivo dopo una settimana segnata sopratutto dalla crisi in Venezuela. Ne abbiamo parlato a lungo con i ministri degli Esteri dell’Unione europea nella nostra riunione informale a Bucarest, nel semestre di presidenza rumena, seguita all’incontro sempre informale dei ministri della Difesa

read more
Partnership forti per tempi difficili

Partnership forti per tempi difficili

Scrivo alla fine di una settimana che ha visto l’Unione Europea al centro di una rete di partnership globali molto forti e molto ampie. In un solo giorno abbiamo ospitato a Bruxelles più di cento delegazioni ministeriali dal Sud-Est asiatico e dall’Africa: in un momento difficile per il mondo, l’Unione europea è diventata un punto di riferimento per il mondo intero, come mai prima d’ora

read more