Sottolineo la necessità di risolvere il conflitto israelo-palestinese e si concentra sul tema delle migrazioni

Sottolineo la necessità di risolvere il conflitto israelo-palestinese e si concentra sul tema delle migrazioni

I momenti salienti della mia settimana sono stati l’intervento al Parlamento europeo a Strasburgo e la partecipazione alla quarta conferenza ministeriale euro-africana su Migrazione e sviluppo nel quadro del Processo di Rabat e alla riunione ministeriale del Processo di Khartoum.

Durante la mia dichiarazione d’apertura al PE  ho sottolineato la necessità urgente di continuare a cercare una soluzione negoziata al conflitto israelo-palestinese, basata su due Stati che vivono in pace e sicurezza l’uno accanto all’altro. «La mancanza di prospettiva politica è allo stesso tempo una conseguenza, un risultato e una causa di violenza», ho affermato. Ho espresso la mia disponibilità a nome  dell’Unione europea a svolgere un ruolo importante negli sforzi per trovare una soluzione. «Siamo il primo partner commerciale di Israele e il primo donatore dell’Autorità palestinese; possiamo essere il primo attore politico nella regione.» Al PE ho fatto inoltre una dichiarazione in occasione del 25° anniversario della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia.

Giovedì ho discusso delle rotte migratorie orientali e occidentali alla quarta conferenza ministeriale euro-africana su Migrazione e sviluppo nel quadro del Processo di Rabat a Roma. «Dobbiamo affrontare le migrazioni dal punto di vista della sicurezza e della gestione dei confini, ma anche da quello della cooperazione con i paesi di origine e di transito. Dobbiamo integrare meglio le nostre visioni, informazioni e azioni» ho detto durante la conferenza stampa, segnalando un inizio positivo della politica unionale in materia di migrazioni.

Oggi  ho aperto la prima riunione ministeriale del Processo di Khartoum, un dialogo politico fra l’UE, i paesi del Corno d’Africa e i paesi di transito delle migrazioni illegali per discutere del traffico e della tratta di esseri umani in questa regione. La conferenza dà avvio all’iniziativa sulle rotte migratorie UE-Corno d’Africa e mira ad adottare una dichiarazione politica che fornirà un quadro d’intervento per i prossimi anni. Il processo di Khartoum attuerà inoltre progetti e programmi concreti in base alle aree prioritarie di cooperazione, stabilite congiuntamente, nel settore delle migrazioni.

Leggi qui sotto le dichiarazioni dell’AR/VP Mogherini al PE

Dichiarazione d’apertura della sessione plenaria del PE da parte dell’AR/VP Mogherini

Dichiarazione dell’AR/VP Mogherini sul riconoscimento dell’indipendenza della Palestina alla sessione plenaria del PE

Dichiarazione dell’AR/VP Mogherini sul 25° anniversario della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia

Guarda il materiale audiovisivo della quarta conferenza ministeriale euro-africana su Migrazione e sviluppo nel quadro del Processo di Rabat e la riunione ministeriale del Processo di Khartoum

Foto della visita dell’AR/VP Federica Mogherini e del commissario Dimitris Avramopoulos in Italia

Conferenza stampa della quarta conferenza ministeriale euro-africana su Migrazione e sviluppo nel quadro del Processo di Rabat a Roma

Conferenza stampa della riunione ministeriale di avvio del Processo di Khartoum a Roma