Le questioni legate allo sviluppo in cima alla mia agenda settimanale

Le questioni legate allo sviluppo in cima alla mia agenda settimanale

Nella mia agenda settimanale le visite in Turchia e in Libano, il giuramento davanti alla Corte di giustizia europea e la presidenza del Consiglio «Affari esteri» sullo sviluppo.

La mia settimana di lavoro, è iniziata con una visita ufficiale in Turchia insieme al commissario europeo per la politica di vicinato e i negoziati per l’allargamento Johannes Hahn e il commissario europeo per gli aiuti umanitari e la gestione delle crisi Christos Stylianides. «L’Europa è saldamente al fianco della Turchia ed è determinata a svolgere a pieno titolo il proprio ruolo per portare una soluzione politica duratura a questa crisi regionale e tragedia umanitaria» ho detto. La mia visita ha sottolineato l’importanza strategica delle relazioni dell’UE con la Turchia e ha dimostrato la cooperazione e la coerenza dell’UE nelle relazioni esterne.

Mi sono recata in visita in Libano per incontrare il Primo ministro Tammam Salam. Durante la visita ho posto l’accento sul fatto che «è importante che il Libano superi il difficile periodo dal punto di vista della sicurezza e cerchi di trovare insieme il modo di affrontare sia la sfida dei rifugiati che arrivano sul territorio, sia le sfide alla sicurezza del paese.» Ho inoltre incontrato il ministro degli Esteri libanese Gebran Bassil e il cardinale e patriarca Béchara Boutros Raï.

Altre attività della settimana sono state il giuramento davanti alla Corte di giustizia europea in Lussemburgo con tutto il collegio dei commissari europei e l’incontro con il Primo ministro dell’Ex Repubblica iugoslava di Macedonia Fatmir Besimi a Bruxelles.

Venerdì ho presieduto il Consiglio «Affari esteri» (Sviluppo) che aveva in agenda le migrazioni, gli obiettivi post-2015, l’Ebola e la legittimazione delle donne.