Il nostro sostegno all’Ucraina, per la pace e le riforme

Il nostro sostegno all’Ucraina, per la pace e le riforme

Nella settimana in cui l’agenda politica internazionale è concentrata sul tema dell’immigrazione, con il summit di Malta, e sul conflitto in Siria, con il vertice a Vienna, è importante ribadire anche l’attenzione verso i confini orientali dell’Europa. È fondamentale che come Europa riusciamo a guardare e ad affrontare nello stesso tempo e insieme quanto accade a sud come a est. Per questo oggi sono stata in Ucraina e domani farò tappa in Georgia. A Kiev ho avuto colloqui con il presidente Poroshenko, il premier Yatseniuk e il ministro degli Esteri Klimkin. Ma non solo. Ho incontrato anche i parlamentari, rappresentati della minoranza tatara ed esponenti della società civile. A tutti ho ribadito il pieno sostegno dell’Unione europea all’attuazione degli accordi di Minsk. E con tutti ho insistito sull’importanza che l’Ucraina vada fino in fondo sul programma di riforme e di lotta alla corruzione su cui si è impegnata. Come Europa unita, continueremo a fare la nostra parte. Qui c’è il testo della mia conferenza stampa col Presidente...